Santadi

Cagliari a Ferrara a caccia di punti

Il Cagliari ritorna di nuovo nella sua dimensione dopo lo sfida impossibile con la Juventus: la squadra di Maran va domani a Ferrara per ricominciare a fare punti dopo lo stop di Torino. Tra l'altro con il morale per niente a terra dopo la bella prova con i bianconeri. "Non deve cambiare nulla del nostro approccio e della attenzione rispetto alla partita di Torino - ha detto l'allenatore nella conferenza stampa della vigilia - proprio per quel che siamo abituati a fare. Conosciamo le insidie che nasconde una partita come questa". Tra i convocati per la trasferta gli unici assenti sono Farias, Klavan e Lykogiannis. "Conto di recuperarne qualcuno dopo la sosta. Sono situazioni da monitorare quotidianamente", ha spiegato il mister. Con la Spal si ritorna alle sfide che valgono doppio. "Dovrà essere il solito Cagliari che cercherà di dare il massimo, mettendo in campo le peculiarità che servono per portare a casa un risultato positivo - ha precisato Maran - Per me quella di domani è una delle partite più difficili, ma anche una delle importanti partite del campionato, non per il nostro futuro ma per tutta una serie di motivi: voglio vedere la risposta della squadra dopo il match con la Juventus e come affronteremo questa trasferta così complicata". Spal che sembra in caduta libera dopo il buon avvio. E che aspetta il Cagliari per provare a risollevarsi. "Nelle ultime partite ha raccolto meno di quel che avrebbe meritato - ha avvertito l'allenatore rossoblù - Ha fatto vedere delle buone cose ma a volte il calendario è penalizzante. Sicuramente domani incontriamo una squadra con delle ottime potenzialità. Vorrà fare la partita, sia per necessità che per caratteristiche: al di là dell'avversario dobbiamo saper leggere la gara e superare le difficoltà che inevitabilmente incontreremo". Un Cagliari che punta molto su Pavoletti, ritornato nel giro della Nazionale per raggiungere Barella e Cragno, e Joao Pedro. "Se segnano le punte sono più contento - ha confessato Maran - un attaccante vive e si esalta col gol. Però tutta la squadra ha fatto dei miglioramenti sotto questo punto di vista, siamo diventati più incisivi". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie